E volge lo sguardo all'infinito. Ne riporta quanto affermava Picasso sull'arte che "scuote dall'anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni", e abilita la tela come luoghi di mediazione nella metafora necessaria al dialogo. Inizia a operare in un costante tensione verso l'astrazione e si rivolge al bello ideale in un'altra grandezza e nel rifiuto della pennellata espressiva, dalla quale non disgiunge l'inevitabile apporto dell'esperienza personale.
A.B.

Anno:

Dimensioni: 60x60