Sono scambi sociali in un luogo nella sua quotidianità, per quanto teorizzava Restany nel descrivere il "riciclaggio poetico del reale urbano", e l'incremento di un'estetica sociologica. Una maniera che si adempie nel nostro artista nella partecipazione "delle cose alle idee"; comunque non nel dipingere una figurazione come nella mimesi platonica ma adeguata più alle tesi di Aristotele quando presenta l'oggetto nel "saper operare" che in sé contiene valori tali da formare ciò che corrisponde allo spirito dell'artista.
A.B.

Anno:

Dimensioni: 36,5x36,5